Archivi categoria: apparecchiature di controllo negli impianti elettrici

Come faccio a provare la funzionalità del mio differenziale o salvavita

La prova più comune da fare è quella di pigiare sul tastino bianco con scritto test, proviamo solo la funzionalità.
Come da etichetta del fornitore una volte al mese si deve effettuare il test.
Ma non è detto che funzioni realmente, si salta ma sono da verificarsi il tempo di intervento e la soglia di corrente di dispersione a terra.
Si può effettuare solo con strumentazione adeguata.
Questa prova è obbligatoria negli edifici pubblici, aziende, industrie, uffici, zone comuni condominiali… al di fuori delle abitazioni private una volta all’anno.
Il problema è che non tutti sono al corrente delle normative esistenti che regolarizzano le manutenzioni obbligatorie ( aziende e manutentori ), e inoltre è costosina come prova soprattutto quando risultano più differenziali guasti.
Ma la vita delle persone non ha prezzo.
Viene eseguita su un 20% di edifici.
E’ ancora poco.

Annunci

A cosa serve e come funziona il differenziale o salvavita ?

E’ una domanda che in molti se la pongono.
Il differenziale o comunemente detto salvavita, in parole semplici pesa la corrente in ingresso con quella in uscita, se c’è una minima differenza esso scatta in modo da non fare più transitare la corrente nell’impianto elettrico.
Scatta entro delle soglie prestabilite di tempo e corrente dispersa, in modo da non creare danni irreversibili alle persone ( arresto cardiaco, mancanza respiratoria…).
Questa corrente che viene a mancare dall’impianto elettrico la maggior parte dei cavi viene scaricata su di un corpo metallico come può essere la lavatrice.
E’ molto importante che il vostro differenziale sia efficiente al massimo.